CASANOVA

 

Casanova, insieme a Ligonchio, Ospitaletto e Predare, dopo aver fatto parte della Podesteria per un secolo e mezzo, fu feudo della Famiglia Ferrarini per un anno, poi  passò ai Becchi e negli ultimi anni riservati all' esistenza dei feudi appartenne al Conte Contuti-Castelvetri Nestore Giuseppe.

Corte dei Papi

A Casanova sorge un antico complesso architettonico, verosimilmente risalente al XVI secolo, quando la famiglia Papi, fuggita dalla Toscana, si trasferì in questi luoghi.

Il complesso è costituito essenzialmente da quattro parti che definiscono un cortile chiuso quadrangolare: il portale d'ingresso, la chiesetta, il porticato e l'ala residenziale.

L'ampio portale con arco decorato da un bugnato a crociera interrotto da una chiave di volta, reca scolpito a rilievo l'emblema di famiglia.

Entrando si accede in un' ampia corte sul cui lato occidentale si trova il porticato costituito da quattro arcate a pieno centro con cornici in arenaria locale. La copertura è in lastre lapidee tradizionali.

In una nicchia nella parte centrale è inserita una piccola scultura in marmo della Madonna datata 1843.

La Corte dei Papi, per il valore architettonico intrinseco e per l'interesse storico-ambientale, è stata sottoposta a tutela dal Ministero per i Beni Culturali e Ambientalinel 1988.

Casanova Basso

A valle della "Corte dei Papi" si trova Casanova Basso, borgo di case, alcune delle quali, di antica e caratteristica costruzione, immerse in uno splendido parco naturale costituito da piante secolari.

Torna alla pagine delle frazioni di Ligonchio

© 2005 Comune di Ligonchio - Pagina iniziale N° visite: 250